Hollywood Boulevard raccoglie per la prima volta in volume ventisette reportages scritti da Tito A. Spagnol tra il 1930 e il 1943, dedicati a paesaggi e personaggi statunitensi e italiani. Il protagonista centrale delle narrazioni di Spagnol, precise, rivelatrici, ironiche, è il cinema, con ritratti di persone e divi e analisi di temi. Tra i protagonisti, Frank Capra, Howard Hughes, Rodolfo Valentino, Greta Garbo, Charlie Chaplin e Frank Borzage (il regista di Addio alle armi e Settimo cielo). Tra i temi, la regia, la sceneggiatura, i processi di produzione e di promozione del film; ed è soprattutto intorno a questi temi che si sviluppano le indagini italiane di Spagnol, che descrive la difficile crescita del cinema di Roma. Quanto ai reportages americani, Spagnol spazia anche, con lucida intelligenza e malizioso voyeurismo, sul teatro di Broadway, il proibizionismo e il gangsterismo e su New York-Manhatthan, come palcoscenico di utopie e velleità.