Un testimone e protagonista dell’editoria del secondo Novecento racconta attraverso la descrizione di molti progetti creativi e una ricca serie di ritratti (di T. Barbieri, V. Bompiani, P. Boringhieri, L. Foa, L. Garzanti, S. Giunti, G. Merlini, Arnoldo e Alberto Mondadori, G. Mursia, E. Rusconi, M. Spagnol e altri) il mestiere di editore, con riflessioni, aneddoti e didascalie informative sull’editing e sul marketing, sulle collane di cultura e sui bestseller, sui risvolti di copertina, sulla grafica e su altri aspetti ancora, proponendo una estrosa, meditata e documentatissima mappa dell’immaginazione editoriale.