Poeta d’interrogazione religiosa, Marco Beck in queste poesie, ispirate da esperienze familiari e concomitanti decifrazioni della Scrittura, mette in scena gli imprevedibili “agguati di Dio” nell’esistenza degli individui e nella Storia. L’«eternità di passaggio» è lo slancio della poesia che trasforma l’etica in estetica e le emozioni fisiche in messaggi metafisici.