Poetile è una raccolta di poesie composta da cinque diverse sezioni. La prima, «Nuove Lune e Ippogrifo», nasce da un desiderio di lirica che potremmo definire “pura”, dalla volontà, cioè, di dimostrare di saper produrre astrazioni musicali o coloristiche secondo tradizione. La seconda sezione, «Haiku», risulta animata dalla formalizzazione di eventi e pensieri in tre versi, rispettivamente di 5, 7 e 5 sillabe. Terzo viene «Il mio di me», la parte più legata alla tradizione, autobiografica in senso esistenziale ed etico. Quarta parte del libro, secondo una definizione delle più classiche e onnicomprensive, “satura”, mette a profitto varie ispirazioni, ironiche o meno, relative a mini categorie umane. Ultima viene «per vizio estremo», che comprende confessioni e meditazioni.