Uno stile di decadenza è quello in cui l’unità del libro si decompone per lasciare posto all’indipendenza della pagina, dove la pagina si decompone per lasciare posto all’indipendenza della frase, e la frase per lasciare posto all’indipendenza della parola.
… quali germi di morte errano invisibili nell’atmosfera della nostra civilizzazione, perché i migliori tra noi presentino così il fenomeno di un appetito del niente pari a quello dei seguaci delle più cupe dottrine dell’estremo oriente? (Bourget)

Da che cosa è caratterizzata ogni décadence letteraria? Dal fatto che la vita non risiede più nel tutto. La parola diventa sovrana e spicca un salto fuori dalla frase, la frase usurpa e offusca il senso della pagina, la pagina prende vita a spese del tutto, – il tutto non è più tutto. Décadence: una parola che tra gente come noi, s’intende, non giudica ma definisce.