Sulla vicenda editoriale del “Gattopardo rifiutato” continua a circolare una tenace convinzione, secondo la quale Elio Vittorini, tra il 1954 e il ’58, avrebbe respinto il dattiloscritto del romanzo per due volte, presso le case editrici Mondadori ed Einaudi. Le cose andarono diversamente. La chiacchierata e avventurosa storia viene ricostruita da Gian Carlo Ferretti in un ampio saggio, con rigore critico-documentario e insieme gusto del racconto, della scoperta e della curiosità. Un’analisi che finisce per diventare una sorta di romanzo sul romanzo, con molti personaggi e misteri. La vicenda editoriale, però, è soltanto l’inizio della lunga corsa del Gattopardo; per questo il volume è completato da un’esauriente rassegna della fortuna critica, curata da Stefano Guerriero, attraverso le edizioni, le recensioni e i successi di mercato, favoriti anche dal celebre film di Luchino Visconti.