«Alle soglie del mondo moderno, la vicenda petrarchesca non si esaurisce, com’è noto, nell’altissima testimonianza delle rime in volgare; al suo fianco le numerose opere in latino ne documentano un aspetto non secondario, anzi altrettanto centrale. L’epistolario in particolare ci attesta l’intreccio di problemi esistenziali e morali, espressamente etico-politici, nei quali il classicismo umanistico del Petrarca ha modo di esprimersi in tutta la sua eccezionale apertura e varietà» (Achille Tartaro)

Il testo qui pubblicato riproduce quello fissato da Vittorio Rossi e Umberto Bosco per l’Edizione Nazionale delle Opere dell’aretino (1933-1942). In lingua italiana con testo latino a fronte.