Attraverso quasi 150 recensioni di libri usciti nell’ultimo decennio (romanzi, saggi e reportage) un critico ‘militante’ riannoda i fili di una narrazione a più voci sul nostro presente. Offrendoci un personalissimo canone della contemporaneità e insieme il ritratto di una società sempre sul punto di implodere e anche sempre capace di raccontarsi una storia o di inventarsi una idea. La ‘scommessa’ di queste pagine è che nella letteratura italiana attuale si rispecchi il Belpaese: mitologie e linguaggi, stili e visioni, miserie e zone di resistenza.