L’inedito epistolario di Mario Pannunzio e Leo Valiani, qui pubblicato insieme agli articoli de «il Mondo» e ad altri documenti originali, illumina un periodo (1949-1966) della nostra storia in cui gli intelletti e i gruppi d’ispirazione liberaldemocratica, laica e socialista liberale ebbero un ruolo di primo piano nella trasformazione dell’Italia in un Paese modernamente europeo dopo il disastro del fascismo e della guerra. Democrazia laica-Epistolario, documenti, articoli illustra con eloquenza quanto significativa sia stata per la nuova Italia la tradizione politica e culturale di Pannunzio e Valiani, ispirata al rigore morale, alla competenza personale ed al disinteresse pubblico. Senza uomini impegnati nella riforma morale e politica quali furono gli intellettuali di cui si leggono qui 101 lettere dense di passione civile, l’Italia del Duemila rischia di affondare in una crisi senza uscita.


Il messaggio dell'on. Gianfranco Fini in occasione della presentazione del volume a Palazzo Montecitorio