Il libro raccoglie gran parte degli scritti di Pier Vincenzo Mengaldo su Vittorio Sereni a cent’anni esatti dalla nascita del grande poeta e scrittore italiano del Novecento. Questi scritti si stendono nell’arco temporale di circa un quarantennio e vertono su alcuni dei nodi centrali della poesia di Sereni, senza tralasciare un’analisi della figura e dell’attività del poeta e un toccante ricordo all’indomani della sua morte avvenuta nel febbraio del 1983.