Questo libro racconta «alcune meravigliose e perverse eccentricità degli uomini». I suoi oggetti sono personaggi storici, eccentriche individualità, intriganti intellettuali. Solo per citarne alcuni si va da Diderot a Malaparte, da Casanova a Rimbaud, dai fratelli Goncourt a Gaudí. Con una prosa seducente - corredata da un fitto repertorio iconografico - il libro stimola la curiosità del lettore mettendo a fuoco aspetti sorprendenti della vita e del carattere del soggetto esaminato. Proprio come in una camera delle meraviglie l'attenzione è concentrata sul dettaglio, il bizzarro e il latente che ogni figura lascia affiorare. Wunderkammer è una illusoria stanza in cui si adunano le meravigliose e perverse eccentricità degli uomini… E si dirà che tutto il teatro del mondo esiste per far capo a un libro.