La società industrializzata della Germania, nella seconda metà dell’Ottocento, non poteva più essere regolata giuridicamente da interpretazioni sempre più estensive del diritto romano, nato per una società agraria. Nelle scienze sociali, l’ulteriore accelerazione allo sviluppo industriale impressa dall’unificazione tedesca del 1871 era accompagnata dall’affermarsi dell’evoluzionismo darwinista. In questo contesto Rudolf von Jhering iniziò la vasta ricerca sulla genesi del diritto in una società complessa e nel 1877 passò dallo studio del diritto romano – che aveva in lui uno dei massimi cultori – allo studio del diritto nel contesto sociale. Il frutto di questa svolta fu Lo scopo nel diritto, di cui è qui tradotta la seconda edizione del 1884, l’ultima pubblicata mentre l’autore era ancora in vita. Ad esso Jhering dovette affiancare un secondo volume, data la vastità dei temi affrontati.