«De minimis non curat praetor, recita ambiguamente un adagio medievale; l'aforista, specie se giurista, invece sì, perché, con salutare ironia, egli sa che nelle minuzie e nei particolari si cela il possibile segreto del mondo; e del profilo di un uomo». Così Gino Ruozzi - professore di letteratura italiana all'Università di Bologna e autorevole specialista italiano del genere aforistico - conclude la presentazione delle Hommelettes di Mario Postizzi. E giurista e aforista è appunto l'avvocato ticinese Mario Postizzi, nato a Giubiasco nel 1952 e titolare di un importante studio legale a Lugano. Alla spiegazione, per così dire, del titolo Hommelettes è dedicato l'aforisma introduttivo della raccolta: «Le precipitose impazienze provocano quotidiani errori. La provocazione porta a scambiare una semplice omelette ("tant de bruit pour une omelette", ricordava nel milleottocentoquarantatre il celebre storico svizzero Jacob Burckhardt) con uno strafalcione: hommelette. Omelette richiama la forma alterata alumette che, a sua volta, conduce a lamelle, piccola lama. Uno strumento efficace anche nella scrittura per ritagliare, qua e là, alcune ricorrenti frittate dell'uomo».