Un ragazzo e una ragazza, neolaureati, si innamorano intensamente durante il clima fervido di idee e di conflitti del post sessantotto. L’incontro con un editore li porta a conoscere tre narratori: Pier Paolo, Italo e Gunter, che in modo diverso interpretano i vari aspetti del tempo che stanno vivendo. I due giovani riescono a ottenere da ognuno degli scrittori un testo inedito, da pubblicare, per l’editore. La discussione e l’approfondimento su quegli scritti, riproposti dall’autore nel romanzo, scandisce e segna le tappe sentimentali e erotiche dei due innamorati. Gli intrecci tormentati del loro rapporto, tra impegno politico, analisi psicanalitiche e riflessioni su sesso e amore, si svolgono sul filo delle aspirazioni politiche e morali, delle tensioni personali e delle illusioni di formazione delle generazioni dell’ultima parte del secolo scorso. Fino al momento di assistere al crollo epocale delle loro mitologie.