Nelle Considerazioni politiche sui colpi di Stato Naudé, pur riconoscendo a Machiavelli il merito di aver per primo affrontato con intelligenza ed acutezza gli argomenti politici nella piena corrispondenza alla realtà effettuale, si ritaglia in questo filone di pensiero politico uno spazio del tutto originale, poco frequentato e mal teorizzato. Attraverso una serrata analisi comparativa di epoche e accadimenti diversi, Naudé sostiene che i “colpi di Stato” non sono affatto strumenti occasionali dell’agire politico ma ne sostengono la logica interiore.