Questo libro, che esce contemporaneamente in lingua inglese presso l’editore Rowman & Littlefield International con il titolo Nietzsche’s Death of God and Italian Philosophy, mette in luce la peculiarità della ricezione italiana del pensiero di Nietzsche e la sua rilevanza all’interno del dibattito filosofico del nostro paese. Sottolineando il significato ontologico della ‘morte di Dio’, l’autore si concentra sull’impatto teorico, morale e politico che Nietzsche ebbe e continua ad avere su importanti protagonisti della filosofia italiana del secondo Novecento, fra i quali, in particolare, Gianni Vattimo, Massimo Cacciari e Emanuele Severino. Come scrive Vattimo nella sua prefazione, «lungi dall’essere una pura e semplice bibliografia ragionata delle Nietzsche-Studien italiane degli ultimi decenni, l’opera di Corriero ha il respiro di un vero e proprio panorama di una grande parte della filosofia recente del nostro paese, e può contribuire in modo significativo al dibattito su questioni teoriche e possibilità ancora largamente aperte».