Con Nella grazia del tempo Renzo Ricchi entra di diritto nel novero dei poeti cosmici. La raccolta infatti canta l’universo e il suo artefice in un unico grande poema, composto di schegge e frammenti legati tra loro a cerniera da frequenti riprese tematiche e lessicali, ciascuno dei quali si offre come una piccola epifania. Vi si contemplano la straordinaria varietà naturale di forme e colori, l’uno e il molteplice dei mondi, il miracolo dell’Essere: una «poesia del creato» concepita «in stato di grazia».