Hans Kelsen

Hans Kelsen Nella vita di Hans Kelsen (1881-1973), uno dei maggiori giuristi del secolo XX, si riflettono gli anni più sconvolgenti dell’Europa e la contemporanea genesi d’una teoria giuridica e politica di rilevanza mondiale. La sua fama come filosofo del diritto è legata alla “dottrina pura del diritto”. Kelsen fu testimone privilegiato del dissolversi dell’Impero Austro-Ungarico e della costruzione della Repubblica austriaca, di cui scrisse la costituzione del 1920. Rimosso nel 1930 in Austria dalla carica di giudice costituzionale, emigrò in Germania, ma nel 1933 venne espulso dall’università perché ebreo. Il rinnovato esilio lo portò in Svizzera e negli Stati Uniti, dove morì nel 1973. Aragno ha pubblicato nel 2012 il volume Kelsen – Volpicelli, Parlamentarismo, democrazia e corporativismo.
Hans Kelsen

DUE SAGGI SULLA DEMOCRAZIA IN DIFFICOLTÀ